Cernobbio 2012: avanti uniti con un solo obiettivo

In questi ultimi mesi si è notato un certo fermento di iniziative intorno all’Ecm: dalla notevole crescita del gruppo “Professionisti dell’Ecm” su Linkedin, all’incontro di grande interesse organizzato dall’AIPE a Firenze, fino alla lodevole iniziativa di Federcongressi di creare in seno all’associazione un gruppo specifico per i Provider Ecm.

Sono tutte iniziative di successo che dimostrano come sempre di più gli operatori dell’Ecm abbiano necessità di confrontarsi e di scambiarsi opinioni ed informazioni.

Un solo e non trascurabile aspetto negativo: ognuno dei gruppi succitati, muovendosi in maniera autonoma, si è posto come obiettivo quello di diventare interlocutore presso i soggetti istituzionali.

Il timore è che questa frammentazione non dia alla fine a nessuno la forza rappresentativa e la credibilità per sedere di diritto al tavolo di Cernobbio 2012.

Lo scorso anno al Forum 2011 abbiamo ascoltato il punto di vista di tutti, tranne quello dei Provider!!!

Quest’anno vorremmo che le decisioni della CNFC non fossero subite ma piuttosto il frutto di un confronto tra la Commissione ed un organo che sia davvero rappresentativo dei Provider.

Lancio il sasso nello stagno augurandomi che AIPE, Federcongressi e Professionisti dell’Ecm, pur nel rispetto delle loro specifiche identità, trovino il modo e la voglia di lavorare assieme per arrivare a Cernobbio con un documento condiviso.

Sarebbe un buon inizio ….

Annunci

3 pensieri su “Cernobbio 2012: avanti uniti con un solo obiettivo

  1. Scontando la buona fede di tutti ….. le diverse iniziative citate sono comunque espressione di necessità per ciascuno di uscire dal proprio dialogo diretto con un’entità quasi astratta come il sito della CNFC cui tutti facciamo riferimento. Ovviamente si cerca di fare una certa massa critica per essere interlocutori credibili ma finora il tutto non si trasforma in iniziativa concreta e omogenea ( una sorta di associazione nazionale dei provider). Forse in realtà per ora è meglio così …. almeno in questa fase iniziale del percorso. Una proposta potrebbe essere per ora una “assemblea virtuale permanente dei provider” che produca anche con modalità di voto elettronico, le premesse di una qualche forma di rappresentanza da presentare anche prima di Cernobbio ….

  2. Carissimi colleghi
    Mi permetto di cominciare citando
    Chi ci chiama alla discussione:
    —-
    Il timore è che questa frammentazione non dia alla fine a nessuno la forza rappresentativa e la credibilità per sedere di diritto al tavolo di Cernobbio 2012.
    Lo scorso anno al Forum 2011 abbiamo ascoltato il punto di vista di tutti, tranne quello dei Provider!!!
    Quest’anno vorremmo che le decisioni della CNFC non fossero subite ma piuttosto il frutto di un confronto tra la Commissione ed un organo che sia davvero rappresentativo dei Provider.
    —-
    La nostra Associazione nasce con iscritto nel proprio DNA l’invito alla collaborazione.
    Nei confronti della segreteria in Agenas nessun singolo provider o Associazione può ottenere di essere ascoltato come controparte rappresentativa, solo un gruppo consistente può “esigere” delle risposte. Ritengo estremamente positivo che più soggetti si presentivo come voci rappresentative dei Provider,
    I latini dicevano “divide et impera”, se invece i rappresentanti dei Provider si presentano come una controparte coordinata e coesa possono pretendere risposte.
    Il mondo della Formazione ECM è estremamente variegato, si passa dal Congresso Nazionale al piccolissimo corso estremamente specialistico, da Provider multi specializzati ad associazioni di categoria ultra settoriali.
    Difficilmente una sola associazione può presentarsi all’Agenas dichiarando di rappresentarli tutti ed essere ritenuta credibile, più voci coordinate sono sicuramente più potenti. Anche qui la sinergia è tutto.
    Invito i singoli Provider a dare forza alle varie struttura rappresentative associandosi, non importa con chi, l’importante è permettere ai vari rappresentanti di dimostrare il loro diritto ad essere ascoltati.
    Siamo a disposizione di chi ritiene produttivo il fare squadra. Più voci non sono una distrazione ma una forza.
    Sono a vostra disposizione per costruire insieme.

    Buon Lavoro
    Marco Bresciani
    Presidente A.I.P.E. Associazione Italiana Provider ECM
    Via del Giglio 15, 50123 Firenze
    info@aipe-ecm.it.
    Cell. personale presidente 3355307448

  3. Buongiorno a tutti. Io rappresento un singolo Provider, con tanta voglia di lavorare (soprattutto di questi tempi), bene, secondo le regole. Come tutti coloro che si lamentano, spesso non trovo risposte, non le ottengo oppure subisco cambiamenti di rotta da parte della Commissione senza poter in alcun modo comprendere nè interlocuire. Finora ho potuto vedere che al Forum molti colleghi avevano più la premura di risolvere un dubbio puntuale e concreto (tipo la scheda in cartella, il logo sulla penna…) piuttosto che cercare di far sentire la propria voce su questioni più sostanziali (contratti, scadenze operative, regole chiare e certe).
    E’ vero, il nostro mondo è molto variegato ed è giusto e sacrosanto che ciascuno si associ a chi ritiene che meglio lo rappresenti. Da parte delle Associazioni, gruppi di pensiero eccetera ho visto l’offerta di molti servizi utili per crescere come azienda, ma finora (e lo dico senza alcuna polemica) poco in termini di azione “corporativa”.
    Mi permetto, quindi, di rafforzare quanto chiesto da Alfredo: pur nella pluralità di soggetti che vogliono aggregare, fare massa critica ed essere interlocutori è necessario arrivare al Forum con un documento condiviso per fare finalmente comprendere che i Provider (in particolar modo quelli privati) vogliono partecipare al dialogo sull’ECM e non semplicemente subire decisioni spesso opinabili e di dubbia utilità.
    Tra l’altro, non so se avete colto, Monti ha già individuato in Agenas un altro soggetto da “mungere”… e temo che se per loro la prospettiva sia in linea con quanto già operato in altri ambiti con la spending review, per noi provider ECM lo scenario potrebbe essere più critico… A buon intenditore!
    La nostra disponibilità ad incontrarci prima del Forum e a dare del tempo per la discussione è massima. Aiutateci a catalizzare quante più voci possibile.
    Buon lavoro a tutti,
    Claudia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...